Ulivi, pronto un “dossier Xylella” da portare a Bruxelles, Stefàno (SEL) chiede incontro al commissario Borg e al presidente Barroso

“Desidero portare di persona a Bruxelles il “dossier Xylella fastidiosa” che abbiamo approntato affinchè si intervenga con la necessaria solerzia: è la prima volta che questo agente patogeno da quarantena viene rilevato in un Paese dell’UE, e su una pianta come quella dell’ulivo, pertanto non esistono studi, ricerche e bibliografia approfondite sul fenomeno che consentano di capire fino in fondo cosa abbiamo di fronte e cosa serve per combatterla. Un fenomeno che va studiato ex novo”. A tal fine il senatore Dario Stefàno (SEL) ha scritto al Commissario Europeo per la Salute, Tonio Borg ed al Presidente della …L’articolo Ulivi, pronto un “dossier Xylella” da portare a Bruxelles, Stefàno (SEL) chiede incontro al commissario Borg e al presidente Barroso sembra essere il primo su Made In Italy.

(Milano) Toby e Quit, 6 anni, sfrattati a brevissimo europeo , Gatto Maschio

Si tratta di 2 gatti maschi (fratelli) di 6 anni (sterilizzati, vaccinati, coccoloni, amati e ben tenuti) rimasti orfani. Toby il micio rosso, Quit il nero. Da maggio 2013 i gatti continuano a vivere nell'appartamento stando tutto il giorno da soli finché a sera vengono accuditi, ma purtroppo restano in compagnia ben…L’articolo (Milano) Toby e Quit, 6 anni, sfrattati a brevissimo europeo , Gatto Maschio sembra essere il primo su BauBauNews.

Titoli di Efficienza Energetica: l’incentivo agli interventi di risparmio energetico

Titoli di Efficienza Energetica: l’incentivo agli interventi di risparmio energetico Titoli di Efficienza Energetica: l’incentivo agli interventi di risparmio energetico Share Il sistema d’incentivazione agli interventi di risparmio energetico attraverso l’emissione di titoli di efficienza energetica, o Certificati Bianchi, è uno dei meccanismi di sussidio alle azioni di miglioramento ambientale nati dagli sviluppi normativi che si sono generati con la sottoscrizione del protocollo di Kyoto nel 1997. Questo meccanismo di incentivo ha l’obiettivo di poter misurare e rendicontare gli interventi di risparmio che vengono realizzati sul territorio nazionale al fine di poter raggiungere gli obiettivi prefissati dal protocollo e dalla politica europea di riduzione del consumo di energia primaria.  Energia ed efficienza: gli obiettivi a lungo termine della direttiva 2012/27/UE    IL MERCATO DEI TITOLII Titoli di Efficienza Energetica (TEE) rivestono un ruolo centrale, rappresentando una quota pari a circa un terzo del target di riduzione dei consumi energetici, in un sistema europeo che auspica, tra gli obiettivi da raggiungere entro il 2020, la riduzione del 20% delle emissioni di gas serra nell’atmosfera, di alzare del 20% la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e portare al 20% il risparmio energetico. È evidente il ruolo strategico dell’efficienza energetica, non solo per i minori costi di realizzazione, ma anche e soprattutto per la capacità di favorire un avvicinamento simultaneo a tutti e tre i target energetici ed ambientali. L’Italia ha introdotto in maniera pionieristica il meccanismo dei titoli già nel 1999 con il Decreto n. 79, ma è solo a partire dal 2004 che ha realmente inizio la vita operativa dei certificati bianchi.L’emissione di un Titolo di Efficienza Energetica certifica il conseguimento di un risparmio energetico di 1 tonnellata equivalente di petrolio (tep). A fronte di un intervento in efficienza energetica per cui si certifica un determinato risparmio energetico, ossia un numero di tep evitate, l’Autorità rilascia un corrispondente ammontare di TEE in tranche annuali o trimestrali per un periodo che varia a seconda della tipologia di intervento effettuato. Con questo meccanismo i risparmi energetici perseguiti tramite interventi specifici non sono solo certificati e contabilizzati, ma sono anche monetizzati in un mercato, creando quindi un esplicito incentivo economico ad intraprendere questa tipologia di investimenti.  OBIETTIVI DEL D.M. 28/12/2012Il recente decreto del 28 Dicembre 2012 ha modificato in maniera sostanziale l’apparato definito dai precedenti interventi legislativi, trasferendo dalla data di attuazione tutte le competenze in capo alla AEEG (Autorità per l’Energia Elettrica e Gas) al Gestore dei Servizi Energetici (GSE). Il decreto, inoltre, precisa che il meccanismo verrà mantenuto fino al 2020 anche in assenza di nuovi obiettivi per il periodo 2017-2020. Per quanto riguarda l’Elettricità gli obiettivi saranno incrementati ogni anno. Si parte da 3,03 Mtep/anno nel 2013 fino a 5,23 Mtep/anno nel 2020. Stesso discorso vale per gli obiettivi del Gas; che varieranno da 2,48 Mtep/ano nel 2013 fino a raggiungere i 4,28 Mtep/anno nel 2020.  OPERATORI DEL SISTEMAIl complesso sistema per la certificazione dell’efficientamento energetico prevede la presenza necessaria dei soggetti che operano dal lato dell’offerta e dal lato della domanda per il rilascio ed utilizzo dei TEE. Tali soggetti si dividono in due categorie: soggetti obbligati e soggetti volontari. In particolare, sono soggetti obbligatial raggiungimento dell’obiettivo di risparmio annuale tutti i distributori di energia con più di 50.000 utenze, calcolati alla data del 31 dicembre di due anni antecedenti a ciascun anno d’obbligo. Invece i soggetti volontari, ossia tutti coloro che vogliono aderire al meccanismo in forma volontaria si dividono sostanzialmente in tre categorie: i distributori di energia non obbligati (<50.000 utenze),le società ESCO (Energy Service Company),le società che hanno nominato un energy manager.</p>  ATTESTAZIONE DEI RISPARMIIl mercato dei Titoli di Efficienza Energetica è un sistema di contrattazione telematica dei certificati che viene gestito dal GME. Esso prevede la possibilità di scambio di TEE solo tra soggetti abilitati ed accreditati come operatori di mercato.  La contrattazione dei TEE avviene come in una normale contrattazione in cui si cerca di trovare il miglior punto d’incontro tra domanda ed offerta. L’andamento del valore dei certificati seguirà quindi le influenze dettate dalle parti durante l’apertura della sessione di contrattazione.Il miglioramento dell’efficienza energetica viene certificato attraverso l’emissione, da parte del Gestore dei Mercati Energetici, di Titoli di Efficienza Energetica. L’immissione di TEE avverrà per un numero di anni pari alla vita utile dell’intervento, definita per tipologia di proposta in 5 o 8 anni.  TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA ED EDILIZIALa maggioranza dei risparmi energetici conseguiti grazie al meccanismo dei TEE è stata ottenuta grazie ad interventi nel settore civile. Pur rimanendo la voce più importante, la percentuale di risparmi energetici conseguiti grazie ad interventi negli usi elettrici nel civile è andata diminuendo da un massimo del 60% nel 2009 fino al 52% del 2011. Numerosi sono gli interventi ammessi al rilascio di un numero di Titoli di Efficienza pari al quantitativo di risparmio realizzato. Tra questi la sostituzione di serramenti  a vetro semplice con quelli a doppio vetro, gli interventi di edilizia passiva e gli interventi sull’involucro edilizio finalizzati alla riduzione dei fabbisogni di climatizzazione invernale ed estiva, che comprendono cioè l’isolamento termico delle pareti e delle coperture degli edifici esistenti.Gli edifici interessati sono le civili abitazioni, gli uffici, le attività commerciali, le scuole e le strutture ospedaliere.  I certificati bianchi conseguibili per ogni metro quadrato di superficie isolata dell’involucro edilizio esterno variano in funzione della destinazione d’uso, della località, delle caratteristiche delle strutture da isolare e del tipo di combustibile utilizzato dal generatore di calore. È evidente che non tutti i soggetti che realizzano interventi di efficientamento energetico possono accedere a questo tipo di incentivo. Per partecipare al meccanismo è necessario il raggiungimento di quote minimo di risparmio energetico, che per i progetti standardizzati è di 20 tep. Per raggiungere questa soglia occorre, ad esempio, sostituire circa 600 mq di superficie vetrata in civili abitazioni. Una quota di risparmio così considerevole è però difficilmente raggiungibile anche da grandi aziende. È necessario quindi accumulare più interventi di riqualificazione energetica e presentarli in un’unica richiesta di incentivazione.  CRITICITÀ E FUTUROIl sistema dei Titoli di Efficienza Energetica ha mostrato nel corso degli anni diversi punti a favore ed altrettante zone d’ombra portando ad un’attuale incertezza sul suo futuro e sull’impatto nella strategia energetica nazionale.Sarebbe opportuno prendere in considerazione l’abbassamento della soglia minima di tep necessarie per l’approvazione del progetto, il che avrebbe un duplice vantaggio: da un lato non si avverrebbero somme di migliaia di piccolissimi interventi assolutamente non monitorabili singolarmente, e dall’altro si potrebbe dare impulso ai soggetti volontari ad entrare nel meccanismo, preferendo il ricorso ai Certificati Bianchi piuttosto che alle detrazioni fiscali oppure ad altri meccanismi incentivanti.  I Certificati Bianchi continuano a rivestire un ruolo primario nella politica nazionale di efficienza energetica, sebbene il loro impatto reale all’interno degli obblighi del Pacchetto Clima Energia sia decisamente in bilico. Il ruolo “moltiplicatore” dell’efficienza energetica verso gli impegni del 20-20-20 è indiscutibilmente riconosciuto, ma non si dimostra altrettanto vivo l’interesse per lo sfruttamento completo di tale potenziale. La sovrapponibilità delle diverse forme d’incentivazione ha abbassato il grado di sfruttamento del sistema e si assiste attualmente ad una grave carenza di TEE sul mercato tale da non consentire il raggiungimento degli obblighi dati dal legislatore. È un meccanismo complesso e di difficile interpretazione ma che può risultare estremamente utile ad invogliare grandi e piccoli operatori del settore energia per il raggiungimento degli obiettivi di risparmio ed efficienza promossi dalle direttive europee del 20-20-20. Leggi anche: Attestato di prestazione energetica. Chiarimenti e modalità di calcolo dell’APE All’entrata in vigore del Decreto Legge 63/2013 per l’attestato di prestazione energetica -lo scorso 4 agosto con la legge di conversione n. DL 63/2013. Le novità della nuova certificazione della prestazione energetica degli edifici Quest’estate ha portato nuove disposizioni legislative in materia di attestazione della prestazione energetica degli edifici e precisamente il& Il quadro della normativa alla base della certificazione di sostenibilità degli edifici Il Consiglio europeo del 4 febbraio 2011 nelle sue conclusioni avevano sottolineato l’importanza del raggiungimento dell’obiettivo di efficienz ACE si trasforma in APE: l’attestato di certificazione diventa di prestazione Cambia una lettera nell’acronimo e l’Attestato di certificazione energetica (ACE) diventa Attestato di prestazione energetica (APE). Il Decre Salvaguardia delle foreste di legno pregiato. Il nuovo Regolamento Europeo A marzo del 2013 è entrato in vigore l’EUTR (EU Timber Regulation) ovvero il Regolamento Europeo 995/2010 con il quale diventa reato im Tags: certificato efficienza via Architettura ed Ecosostenibilità: Bioarchitettura per la riduzione dei consumi energetici.: | Titoli di Efficienza Energetica: l’incentivo agli interventi di risparmio energetico Il sistema d’incentivazione agli interventi di risparmio energetico attraverso l’emissione di titoli di efficienza energetica, o Certificati Bianchi, è uno dei meccanismi di sussidio alle azioni di miglioramento ambientale nati dagli sviluppi normativi che si sono generati con la sottoscrizione del protocollo di Kyoto nel 1997. Questo meccanismo di incentivo ha l’obiettivo di poter misurare e rendicontare gli interventi di risparmio che Prosegui la lettura su: Titoli di Efficienza Energetica: l’incentivo agli interventi di risparmio energetico Architettura ed Ecosostenibilità: Bioarchitettura per la riduzione dei consumi energetici. Titoli di Efficienza Energetica: l’incentivo agli interventi di risparmio energetico L’articolo Titoli di Efficienza Energetica: l’incentivo agli interventi di risparmio energetico sembra essere il primo su Bio Notizie.

(Cremona) SINDRI VUOLE TANTE COCCOLE ! europeo , Gatto Femmina

Sindri ha circa 8 mesi ed è bellissima anche se le manca un occhietto. E’ arrivata in canile affetta da calicivirus, ed è questa malattia ad averle danneggiato l’occhio destro, che poi è stato necessario asportare. Questo non influisce minimamente sulla sua qualità di vita, per un gatto vivere senza un…L’articolo (Cremona) SINDRI VUOLE TANTE COCCOLE ! europeo , Gatto Femmina sembra essere il primo su BauBauNews.

News – PROGETTO EUROPEO PER CITTÀ CICLABILI – Si è concluso il progetto Presto (www.presto-cycling.eu) con cui 5 città…

News – PROGETTO EUROPEO PER CITTÀ CICLABILI – Si è concluso il progetto Presto (www.presto-cycling.eu) con cui 5 città… News – PROGETTO EUROPEO PER CITTÀ CICLABILI – Si è concluso il progetto Presto (www.presto-cycling.eu) con cui 5 città… via RSS Ecoturismo report: | News – PROGETTO EUROPEO PER CITTÀ CICLABILI – Si è concluso il progetto Presto (www.presto-cycling.eu) con cui 5 città… Prosegui la lettura su: News – PROGETTO EUROPEO PER CITTÀ CICLABILI – Si è concluso il progetto Presto (www.presto-cycling.eu) con cui 5 città… RSS Ecoturismo report News – PROGETTO EUROPEO PER CITTÀ CICLABILI – Si è concluso il progetto Presto (www.presto-cycling.eu) con cui 5 città… L’articolo News – PROGETTO EUROPEO PER CITTÀ CICLABILI – Si è concluso il progetto Presto (www.presto-cycling.eu) con cui 5 città… sembra essere il primo su Bio Notizie.

(Bari) PIRATA europeo , Gatto Maschio

Ciao sono ONU micino dal nomo Pirata … vi chiederete perché con la mia dolcezza figlio Capece di rubarvi il cuore! Ho circa 4 Mesi e sto benissimo. Sono Stato Salvato Insieme ai Miei Due Fratelli Dalla strada. PURTROPPO la Nostra Mamma CI AVEVA partoriti in UNA Legnaia. Non E Stato facile…L’articolo (Bari) PIRATA europeo , Gatto Maschio sembra essere il primo su BauBauNews.

Campionato Europeo della Pizza ad Host (Milano)

Campionato Europeo della Pizza ad Host (Milano) Campionato Europeo della Pizza ad Host (Milano) Il 21 e il 22 ottobre 2013 si terrà ad Host (Milano) la 16^ edizione del Campionato Europeo della Pizza. La città lombarda sarà ancora una volta la capitale dell’ospitalità professionale grazie ad Host: un’occasione unica per i pizzaioli di tutta Europa, per partecipare alla più importante manifestazione della stagione, organizzata … via Itinerarinelgusto | Prodotti tipici e turismo enogastronomico: | Campionato Europeo della Pizza ad Host (Milano) Il 21 e il 22 ottobre 2013 si terrà ad Host (Milano) la 16^ edizione del Campionato Europeo della Pizza. La città lombarda sarà ancora una volta la capitale dell’ospitalità professionale grazie ad Host: un’occasione unica per i pizzaioli di tutta Europa, per partecipare alla più importante manifestazione della stagione, organizzata dalla rivista specializzata, Pizza e Pasta Italiana. Un evento molto apprezzato a livello europeo tanto che i posti per gareggiare sono esauriti oramai da un mese. I partecipanti provengono da tutta Europa, in particolare sono attesi pizzaioli da: Italia, Svezia, Germania, Romania, Ungheria, Francia, Spagna, Inghilterra, Svizzera e Belgio. Host, la più importante vetrina dell’arte bianca e della ristorazione professionale, segna un altro successo ospitando la gara di pizza più importante d’Europa, un altro concreto segnale di come il meglio dell’Italia muova l’interesse dei paesi stranieri. Lo stand di Pizza e Pasta Italiana (pad 3 stand V42) ospitera’ non solo il Campionato Europeo della Pizza ma anche corsi e seminari dedicati alla pizza e alla professione di pizzaiolo: non va dimenticato che in anni di recessione economica e di difficoltà nel trovare un impiego, la ristorazione, pur nelle difficoltà del momento, rappresenta una voce importante nel fatturato nazionale e la pizza, in tutte le sue declinazioni. Un dato su tutti: 900 milioni di pizze vengono sfornate ogni anno in Italia, da circa 25mila pizzerie presenti in tutta Italia. Quest’anno segna inoltre il record di concorrenti con più di 60 partecipanti proveniente da tutta Europa. Per informazioni: Campionato Europeo della Pizza 2013 – tel 0039 0421 83148 Prosegui la lettura su: Campionato Europeo della Pizza ad Host (Milano) Itinerarinelgusto | Prodotti tipici e turismo enogastronomico Campionato Europeo della Pizza ad Host (Milano) L’articolo Campionato Europeo della Pizza ad Host (Milano) sembra essere il primo su Bio Notizie.

Talk in’IED

Talk in’IED Talk in’IED via design42day » Search Results » italian+food: | TALK IN’ IED Italia Contemporanea   The cultural meetings at Istituto Europeo di Design are going to start again   TALK in’ IED 2011, the series of cultural seminars, meetings and speeches about the complex creative world organized and promoted by IED Milano is going to start with a new edition. Four forums open to the city and hosting prestigious guests working in the cultural and design field will take place next week with meetings held every evening from 6.00 pm to 7.30 pm, from 7th to 10th November. Next Monday, the new series will be opened by Silvia Scopelliti’s speech entitled LOSING THE IMMUNITY. Redefining Responsible Business. Then the program includes: on 8th November, the meeting with the designer Fabio Verdelli, MEMORIES OF THE PRESENT. Our memories are kept alive in the everyday objects; on Wednesday 9th, Simone Perotti presents THE CHANGE IN THE ERA OF FEAR. Treasure-hunt without a map, while the meeting with Simone Muzza I EAT. Receipts and ingredients to develop a new critical sense will end the series on Thursday 10th. TALK in’ IED is not only an occasion for meeting and discussion as it is included in Italia Contemporanea (Contemporary Italy), the five-year research programme launched last year by Istituto Europeo di Design that aims at developing a shared knowledge by starting from the Italian context and the needs of the territory in order to achieve a global vision of the contemporary phenomena. Coordinated by IED Research Centre, the programme is developed thanks to the synergic collaboration between work teams composed by under-25 students attending the Schools of Design, Moda (Fashion), Visual Communication and Management Lab, and professionals working in the field. A research that has become multidisciplinary and cross-disciplinary favoring and stimulating creativity and professional skills. The programme of the meetings is shown here below: LOSING THE IMMUNITY. Redefining Responsible Business (English) 7th November / from 6.00 pm to 7.30 pm Via Bezzecca, 5 / Classroom: B3 Silvia Scopelliti, External Affairs Expert Special guest: Federico Versace Sustainability Expert Recent crises demonstrate that the old model of doing business is broken. In a noisy, transparent world, where millions of people have made the choice to live “in public”, brands – especially those representing real icons – are held accountable for everything. What does “to be responsible” mean in such a complex and fast changing scenario? What can we expect from the future? In our conversation we will explore why we need a new story to define (responsible) business and will highlight the main drivers that are changing our world as we talk. MEMORIES OF THE PRESENT. Our memories are kept alive in the everyday objects 8th November / from 6.00 pm to 7.30 pm Via Pietrasanta 14 / Classroom: Theoretical Fabio Verdelli, Designer The everyday objects, already used by the past generations, are often a means enabling to remember and share with other people some personal experiences in a common dimension. What will remain of the past decade? Which icons will be forgotten and why? THE CHANGE IN THE ERA OF FEAR. Treasure-hunt without a map 9th November / from 6.00 pm to 7.30 pm Via Sciesa, 4 / Classroom: S10 Simone Perotti, writer and sailor Stress, money, objects, rush? Or without a carrier, in silence, physical work and self-production? The Capitalism is at the end. The world changes and new regulations are required. However, politics and intellectuals do not help us. Everybody has to find his/her own way by hook or by crook. However, this is an extraordinary opportunity. A seminar aimed at understanding what and how and if it is necessary to give up, accept or change. I EAT. Receipts and ingredients to develop a new critical sense 10th November / from 6.00 pm to 7.30 pm Via Sciesa, 4 / Classroom: S10 Simone Muzza, Manager of the guide, food and drink column, and festivals unit at the Edizioni Zero. Special guest: Anna Meroni, Teacher and researcher at INDACO Department, Politecnico in Milan, Sergio Bonriposi – Cascina Cuccagna, Federico Dendena – Santa Marta Farm Co-op, Paolo Ferraris – Le verdure del mio orto (Vegetables in my garden). Food has always been a developing drive able to completely change the world culture and economics. Between those who struggle everyday to survive and those who have plenty of food, a new awareness arose: the consumer is able to change the scenarios with just a single decision.   For more info: Talk in’IED design42day » Search Results » italian+food Talk in’IED Originally posted 2013-06-06 17:18:04. Republished by Blog Post PromoterDesign42Day Talk in’IED Italian Design Italian Design – made in italy design furniture

(Roma) GATTINO ARIEL – ADOZIONE DEL CUORE europeo tigrato , Gatto Maschio

Questo piccolino che e' stato trovato da solo, senza mamma e fratellini, sul litorale romano, probabilmente non vedra' piu' con un occhietto, e allora????? Chi se ne frega!!!!Voi siete perfetti???? 🙂 Per il resto e' un gattino coccolone, dolcissimo, cerca il contatto umano, e' splendido, gioca tutto il tempo…L’articolo (Roma) GATTINO ARIEL – ADOZIONE DEL CUORE europeo tigrato , Gatto Maschio sembra essere il primo su BauBauNews.

Imprenditori di Pmi raccontano il loro sogno di globalizzazione

Il 23 luglio, alle ore 9.30, presso la Sala delle Bandiere del Parlamento Europeo, Via IV Novembre n. 149, Roma, si terrà il convegno dal titolo ‘INTERNAZIONALIZZARE PER CRESCERE – Quale sistema paese per vincere questa Sfida?’ organizzato dall’Associazione di volontariato osservatorio per la sicurezza, Andromeda. Introduce l’On. Roberta Angelilli, Vice Presidente del Parlamento europeo. L’articolo Imprenditori di Pmi raccontano il loro sogno di globalizzazione sembra essere il primo su Made In Italy.

(Roma) Petunia splendida gattina europeo , Gatto Femmina

Petunia è una dolcissima gattina di circa 3 mesi, è nata in un parcheggio, la sua mamma ha fatto di tutto per difendere, lei ed i suoi fratellini, dai pericoli della strada, ma la situazione era diventata troppo a rischio e allora la mammina ed i suoi cuccioli sono stati portati…L’articolo (Roma) Petunia splendida gattina europeo , Gatto Femmina sembra essere il primo su BauBauNews.

Junior Producer

Per studio di realizzazione grafica multimediale sito in zona Sempione a Milano, si ricerca un/una junior producer da inserire all’interno dell’organico da Settembre. L’azienda è alla ricerca di un/una brillante neo/diplomato/a o neo/laureato/a con formazione in linea con il profilo richiesto e con esperienza,anche breve, nel settore. La risorsa selezionata avrà un’ottima conoscenza del digitale e una buona conoscenza della lingua inglese. Si interfaccerà con il responsabile della produzione e lo aiuterà nella totale gestione dei progetti. Si relazionerà con i clienti e aggiornerà i piani di progetto sulla base delle loro esigenze. …L’articolo Junior Producer sembra essere il primo su Seo Web Marketing.

(Milano) NATAN o CAMILLA salvato/a dalla perrera Europeo nero/a , Gatto Maschio

Qualche giorno fa leggere l'annuncio di una nostra adottante mi ha fatto riflettere molto… Ha preso uno dei nostri splendidi mici… terrorizzato all'arrivo… perché non potete immaginare lo strazio che vivono i nostri gatti prima e dopo essere stati accalappiati. Nemmeno il peggiore degli esseri umani è stato…L’articolo (Milano) NATAN o CAMILLA salvato/a dalla perrera Europeo nero/a , Gatto Maschio sembra essere il primo su BauBauNews.

Ue, Europarlamento boccia accordo su bilancio 2014-2020

Ue, Europarlamento boccia accordo su bilancio 2014-2020 RASSEGNA ECONOMICA E’ arrivata la bocciatura dal Parlamento europeo alla bozza di bilancio 2014-2020 messa a punto a inizio febbraio dai leader dei 27 Paesi concordando un quadro finanziario da 960 milioni di euro. Oggi i deputati europei in riunione plenaria hanno approvato a larga maggioranza l’emendamento che L’articolo Ue, Europarlamento boccia accordo su bilancio 2014-2020 sembra essere il primo su La Vita Oggi.