Come scegliere il miglior hosting per Joomla!

Come scegliere il miglior hosting per Joomla!

Ti importa di rendere il tuo sito efficiente e affidabile?Allora occhio all’hosting, alle compatibilità e alle dotazioni. Soffermiamoci su un caso specifico.

Ne siamo al corrente: per distinguersi nella selva del web il tuo sito deve essere appetibile, rapido, aggiornato. Buona parte di questi aspetti dipende da una scelta originaria, che determina la buona qualità dei risultati: l’hosting (che poi è un server), ovvero il “contenitore” della tua vetrina commerciale in rete.

Ma noi qui vogliamo focalizzare in particolare sull’hosting per Joomla!, nonché sulle offerte in materia di Giga.it. Una scelta oculata ti permetterà di aumentare consistentemente le visite in poco tempo.

La duttilità di Joomla!

Anche se non te ne intendi molto, sappi che Joomla!, uno degli open sources (che di solito vuol dire che non c’è nulla da pagare, ma ci torniamo) più gettonati del pianeta, è un content management system (che troverai spesso abbreviato in CMS) facilissimo da usare, perfino se ti cimenti con l’e-commerce, magari costruendo dei veri e propri portali pensati per una clientela internazionale o addirittura gestiti da più di un amministratore.

Un sistema ormai ricco di dotazioni che si adatta pure a strutture più complesse di un blog. Proprio per questo decidere qual è l’hosting per Joomla! più adatto richiede attenzione, tenendo conto di tutte le esigenze del caso (caricamento di foto o video, impostazione, dei testi, ecc.), onde evitare indesiderabili rallentamenti.

Qualche precisazione anche sul dominio

Per quasi tutti gli utenti di Internet è noto, ma spendiamo volentieri due parole pure su questo. Cosa è di preciso un dominio? È il nome di un website da digitare all’interno dell’apposita barra, senz’altro, ma soprattutto (come dice la stessa parola) designa la proprietà di uno spazio in rete. Tanto che potrebbe non contenere – ancora – nessuna pagina.

In quanto ai costi…

D’accordo, puoi trovare delle soluzioni completamente gratuite. Tuttavia, hai la sicurezza che facciano davvero per te? Se hai obiettivi non “stellari” però punti a parecchie migliaia di visite mensili, esistono formule da una manciata di euro al mese (che si traducono in una sessantina l’anno) che, sapendo distinguere, andrebbero già benissimo. D’altronde, quelle più care si adattano a siti con numeri più grandi, o già affermati.

Distinzioni a monte

Abbiamo già detto che la velocità in questo contesto è tutto. I pacchetti gratuiti (o giù di lì) a volte sono supportati da critiche positive. Ma queste ultime possono rivelarsi semplicemente ingenue o frettolose, oppure abbastanza indotte, sia per pagamenti effettuati dai titolari dei servizi in questione ai blogger che li pubblicizzano oppure direttamente al marchio.

Insomma, ci vuole un sistema che acceleri i tempi di connessione e non affolli troppe utenze nello stesso “punto”. In tal senso, Siteground pare che funzioni abbastanza bene. Questo grazie a buoni componenti e a server collocati oculatamente in varie parti del mondo (quelle olandesi si dice che siano le migliori, in barba al fatto che le vicinanze geografiche di solito aiutano; comunque, da poco c’è un datacenter milanese).

Tra l’altro, l’azienda offre gratuitamente (e nel qual caso conviene) il trasferimento di dati eventualmente preesistenti.

Miglioramenti tangibili

Un collegamento non appesantito dalla lentezza balza subito all’attenzione, non solo degli internauti, che possibilmente cominceranno a condividere il tuo indirizzo sui loro profili social, ma anche dei motori di ricerca: tante visite migliorano l’indicizzazione, la quale porta ovviamente altre visite. Pubblicità spontanea nonché aumento degli iscritti alle newsletters. Un circolo virtuoso i cui risultati non tardano a manifestarsi!

E in aggiunta…

Altre chicche che troverai imbroccando l’offerta che fa per te riguardano la messa a disposizione di un numero illimitato di caselle postali e l’automatismo dell’installazione, degli aggiornamenti, dei backup.

Se non fosse già abbastanza, l’assistenza di Siteground risponde (risolvendo i problemi) in tempi concorrenziali. Gli operatori possono essere contattati anche tramite telefono (con prefisso nazionale, ma – salvo futuri potenziamenti del personale – parlando in inglese). Sul versante economico si può contare persino su un diritto di recesso entro un mese.

Esempi concreti

Giga.it, come accennato, ti dà la possibilità di scegliere fra varie opzioni compatibili con Joomla!. e potrai servirti, per dire, tanto della tecnologia del cloud, oggi comodissima, quanto del software file transfer protocol (o FTP).

E parliamo di abbonamenti con tariffe annue di base inferiori a 20 euro. Gli spazi variano a seconda dei prezzi, ma la sicurezza è in ogni caso garantita dall’applicazione di antispam e antivirus.

Avevi considerato già un hosting del genere?

Add Comment