Attestato di prestazione energetica

Attestato di prestazione energetica

Tutti sanno che la conoscenza è fondamentale per commettere meno errori possibili. Questo principio si applica perfettamente all’obbligo di possedere la certificazione energetica del proprio immobile, soprattutto se siete in procinto di vendere o affittare il vostro immobile residenziale o commerciale. Chi di voi ad esempio conosce la classe energetica della propria abitazione? Che cosa comporta disporre di una classe differente dalla “A” ?  Che cosa significa avere una classificazione energetica? Sono domande che chi deve acquistare, vendere o affittare uno spazio deve assolutamente porsi per capire il valore potenziale dell’immobile.

Ad esempio, se una casa dispone di una classe energetica “G”, che cosa significa? Si tratta di un buon acquisto oppure è necessario rifare gli impianti ed effettuare ulteriori adeguamenti?  Quali sono i vantaggi se un appartamento di nostro interesse possiede la classe “A? A partire da giugno-luglio 2015 sono cambiate le normative per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) ed in particolare le classi energetiche passano da sette a dieci, dalla A4 (la migliore), che segue le classi A1, A2 e A3, (a causa dell’eliminazione della classe A+) alla G (la peggiore). Inoltre, viene introdotto uno schema di annuncio di vendita e di locazione contenente informazioni uniformi sulla qualità energetica degli edifici. La nuova normativa regola anche gli annunci di vendita o affitto degli immobili, i quali dovranno contenere le indicazioni corrette della classe energetica. In caso di violazione dell’obbligo di dotare di un attestato di prestazione energetica l’unità immobiliare sono previste delle sanzioni amministrative.

A chi possiamo rivolgerci per certificare regolarmente il nostro immobile? Esiste un professionista chiamato certificatore energetico, il quale deve possedere determinati requisiti per verificare e certificare la vostra classe energetica e consigliarvi come migliorare l’efficienza del vostro immobile. Un certificatore accreditato per una regione non è detto che possa operare anche in un’altra. Ricordatevi che è obbligatorio fare uno o più sopralluoghi per poter emettere un certificato energetico, dunque scegliete sempre professionisti seri e preparati, non utilizzando come unico parametro di scelta il prezzo prospettato. Ad esempio, se possedete un immobile su più livelli come una villetta oppure un trilocale con taverna dotato di impianto solare termico o fotovoltaico, il costo del certificato energetico non potrà essere lo stesso di un monolocale. Analogamente il certificato APE di un edificio industriale di 600 mq con due diverse destinazioni d’uso non potrà avere lo stesso prezzo di un negozio di 40 mq con un singolo livello. Di conseguenza, valutate con attenzione l’offerta proposta. Sia nel caso siate dei clienti privati, sia nel caso rappresentiate delle società e dei gruppi immobiliari.

Add Comment