Che cos’è la Domus Aurea, la casa d’oro costruita da Nerone dopo l’incendio di Roma

Che cos’è la Domus Aurea, la casa d’oro costruita da Nerone dopo l’incendio di Roma

La Domus Aurea, definita così perché in essa fu utilizzato moltissimo oro, è stata fino alla sua distruzione la villa urbana voluta ed edificata dall’imperatore romano Nerone dopo l’enorme incendio che distrusse Roma nel 64 d.C. L’incendio di una larga porzione della città di Roma e del suo centro urbano consentì all’imperatore di espropriare all’incirca una fetta di città della grandezza di 80 ettari per costruire un palazzo che si estendeva dal Palatino all’Esquilino. Secondo gli storici e gli archeologi, con ogni probabilità la villa non fu mai completata, ma anzi fu distrutta dopo la morte di Nerone a seguito della restituzione del terreno su cui era sorta al popolo romano.

La parte superstite della Domus Aurea, occultata dalle successive terme di Traiano, come tutto il centro storico di Roma, le zone extraterritoriali della Santa Sede in Italia e la basilica di San Paolo fuori le mura, è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’umanità dall’UNESCO nel 1980. Il Carandini aggiunge che si trattava non di una sola grande residenza, ma di un insieme di edifici e spazi verdi, che in seguito ispirarono la grande villa Adriana alla periferia di Tivoli.

Il restauro della Domus Aurea con 13 milioni.

Attualmente, la Domus Aurea è in fase di restauro, grazie al finanziamento di 13 milioni di euro ricevuto nel programma triennale relativo agli interventi del fondo per la tutela del patrimonio, in una lista che comprende 241 interventi in tutta Italia che tengono conto delle esigenze dei territori e che contribuiranno a rilanciare l’economia, secondo quanto auspicato dal MiBact.

Visitare la Domus Aurea: cantiere e realtà immersiva.

Allo stato attuale è possibile ammirare la Domus Aurea tramite visite didattiche al cantiere di restauro ogni sabato e domenica. Il cantiere della Domus Aurea è visitabile con degli innovativi interventi multimediali nella prospettiva di valorizzazione scientifica del cantiere di restauro. Come implementazione rispetto ai precedenti anni, è stato realizzato un progetto site specific di realtà immersiva e video racconto. Gli interventi sono volti ad ampliare la fruizione da parte del pubblico con l’utilizzo di installazioni multimediali che fanno uso delle più recenti tecnologie come il videomapping su grandi superfici e la realtà virtuale.

Fonte: Che cos’è la Domus Aurea, la casa d’oro costruita da Nerone dopo l’incendio di Roma

Add Comment